Come scegliere un buon catering

13/01/2016

 

Come scegliere un buon catering

Siamo Italiani: il ricordo pi¨ vivo di un matrimonio Ŕ l'abito della sposa e come si Ŕ mangiato.
Ci si pu˛ sposare un p˛ ovunque: ville, agriturismi, giardini di casa, sulla spiaggia e in montagna.L'importante Ŕ scegliere un buon catering in grado di gestire le problematiche logistiche di trasporti e cucina in modo perfetto.
Non basta un buon men¨ per allestire il ricevimento perfetto. Proprio perchŔ spesso parliamo di svariate location, Ŕ fondamentale un Catering professionale in grado di allestire banchetti, tensostrutture, gestire imprevisti quali, pioggia vento ecc.
Affidarsi a catering conosciuti con anni di professione alle spalle.
Fidarsi del passaparola e delle persone di fiducia.
Non scegliere Catering con sedi lontane dalla location scelta: la variabile logistica pu˛ influire pesantemente sul budget.
Chiedere e definire nel dettaglio ogni particolare: non fidarsi dei catering che non scrivono nel dettaglio ogni particolare.
Effettuare sempre un prova men¨, in modo da mettere a fuoco ogni piatto: il men¨ pu˛ essere personalizzato sulla base dei desideri della coppia.
Inoltre dalla prova men¨ si capisce il livello dello Chef.
Scegliere insieme al catering la coreografia generale, che per˛ non potrÓ mai sostituire l'eccezionalitÓ della cucina.

   Indietro